JORDAN 3

Nel 1987  Michael Jordan è pronto a lasciare Nike per passare ad Adidas.

Tinker Hatfield a soli 35 anni disegna il suo primo modello per Nike, la Jordan 3, prima di far partire il progetto pero decise di incontrare personalmente Michael Jordan per scoprire quali fossero i suoi gusti e le sue passioni fuori dal campo di gioco. 

Il giovane designer decise di incontrare Micheal Jordan perché Second lui “Non si può costruire una grade casa senza conoscere le persone che ci abiteranno dentro.” .

Tornato ad Oregon, nella sede centrale di Nike, dopo l’incontro con il cestista, il designer capì che il giocatore aveva bisogno di un paio di scarpe che si adattasse meglio alla silhouette del piede con materiali più leggeri e pelli più morbide in modo da risultare comode fin dalla prima calzata, questo perché tutte le precedenti Jordan High Top creavano fastidio al giocatore durante la sua prestazione, questo si risolse con un modello che portava un taglio più basso (definito MID), anche se questo tagli all’epoca non attirava.

Questa sneaker è molto innovativa per i tempi, infatti per la prima volta Nike fa vedere esternamente l’Air Unit, ossia la bolla d’aria contenuta nella midsole.

Un altro cambiamento che venne attuato su questa scarpa fu il logo sulla linguetta, infatti Tinger Hatfield studiando i vecchi disegni di Peter Moore (suo predecessore in casa Nike) trova un disegno rappresentate Micheal Jordan che salta a gambe aperte per raggiungere il canestro e schiacciare (il jumpman logo che al giorno d’oggi tutti conosciamo), questa bozza piacque moltissimo a Tinker, tanto da inserirlo sulla linguetta della sua sneaker. 

Le Jordan 3 di Tinker Hatfield fecero innamorare Micheal Jordan e nel febbraio del 1988 venne messa in commercio al prezzo di 100$.